Una conversazione in particolare?

Caricamento in corso...

sabato 21 aprile 2012

GdL Il Bisbetico Domato di Melissa Nathan | Seconda Tappa

Carissimi Lettori e Amici  di Old Friends & New Fancies,

Siamo giunti alla seconda tappa del GdL di Il Bisbetico Domato (o Acting Up, o Pride, Prejudice & Jasmine Field che dir si voglia) di Melissa Nathan, quarto Gruppo di Lettura del Pride & Prejudice Bicentenary. La Prima Tappa è stata molto divertente, ma vorremmo sentire ancora di più le vostre voci: datevi da fare! Questo libro è troppo frizzante per non commentarlo insieme!
Jasmine Field è davvero la Lizzy dei giorni nostri - molto più di Bridget Jones - e Melissa Nathan è una grandissima autrice di chick-lit. Peccato che la malattia l'abbia stroncata così giovane!
Non siete curiosi di sapere come la Nathan abbia reso tutti gli episodi di Pride and Prejudice adattandoli ai giorni nostri?


Volevamo solo dirvi questo: 
  • Se non lo state leggendo, non sapete cosa vi state perdendo!!!
  • Se lo dovete ancora iniziare: che state aspettando???
  • Se lo avete iniziato: ancora non l'avete finito?


Pubblicato con il titolo di Pride, Prejudice and Jasmine Field nel 2001, il libro è stato poi ristampato nel 2008, due anni dopo la morte dell’autrice, con il titolo di Acting Up. In Italia è stato pubblicato da Dalai Editore nel 2009 con il titolo di Il Bisbetico Domato. Tre titoli diversi (e tante covers!) ma sempre lo stesso contenuto, dunque.



Autore: Melissa Nathan 
Titolo: Il bisbetico domato 
Titolo originale: Acting Up o Pride, Prejudice and Jasmine Field 
Editore Dalai Editore 
Pagine 344 
Prezzo € 18,00 
Data pubblicazione: Marzo 2009 
Trama: Jazz non sopporta Harry… No, troppo banale. Ah, ecco: Il bisbetico domato! Questo sarebbe un titolo perfetto per un articolo, pensa Jasmin Field – Jazz per gli amici – giornalista professionista e attrice dilettante alle prese con un remake teatrale di Orgoglio e pregiudizio. E pensare che è stato proprio lui a sceglierla per interpretare Elizabeth Bennet, la brillante protagonista… Ma lui chi? Harry Noble, il più grande (e stronzo!) regista sul pianeta terra! Mamma mia quanto lo odia! È presuntuoso, borioso, egocentrico (ma terribilmente bello e affascinante)… e non smette un attimo di fissarla, manco fosse un quadro cubista. In più ha detto che la trova brutta! E grassa! Però… è davvero bravo nel suo lavoro, come negarlo? Anche se guarda tutti dall’alto in basso e si comporta proprio come Darcy, l’eroe romantico inventato da Jane Austen. In un intreccio tra finzione e realtà, Jasmin si ritroverà a tenere testa allo spocchioso Harry, e non solo sul palcoscenico ma nella vita di tutti i giorni, tra scambi di battute al vetriolo e siparietti romantici. Chi la spunterà? Be’, il bisbetico sarà alla fine domato, ma… ops, giù la testa!!! Qui i coltelli volano ancora! 

Vi chiediamo di partecipare numerosi a questo GdL, per un libro veramente scoppiettante! 
Se non avete ancora iniziato, che state aspettando? Correte a procurarvene una copia! E stampate subito il favoloso segnalibro realizzato dalla nostra LizzyP

                                 CALENDARIO                                 

 14/20 Aprile da Prologo – a cap. 9

21/27 Aprile da cap. 10 a cap. 19

28 Aprile/04 Maggio da cap.20 a Epilogo

                                                                                                                      
Vi attendiamo numerosi per un Gruppo di Lettura affollato e frizzante, come sempre su Old Friends & New Fancies!

BUONA LETTURA!!!


 Links Utili                                                                                                 
Prima Tappa
Post Presentazione ed Iscrizione GdL
Il segnalibro di LizzyP
☞ Melissa Nathan Award - il sito della scrittrice (inglese)

6 commenti:

  1. In questa seconda tappa, devo confessare apertamente che andare oltre la prima è stato un po' difficoltoso. Non riuscivo a farmi prendere né dallo stile né dalla storia. Continuavo a sentirmi in un ennesimo esempio di chick-lit (che non mi piace...), che infatti mi ricordava un po' Bridget Jones, ma in modo meno originale.
    Mi sembrava che i personaggi fossero un po' tagliati con l'accetta..
    Ma ecco, mentre mi addentravo nella tappa 2, mi sono sentita trascinare dal rapporto tra Jasmine e Mo/Charlotte.
    Non solo dai loro scoppiettanti scambi intrisi di complicità da vere amiche, o dalle pillole di saggezza pratica che Mo dona a Jazz nei momenti giusti, o dalle impennate femministe di alcuni loro commenti... (sono davvero più estremiste di me!)
    Mi piace molto come l'autrice racconta la "resa" di Mo all'evidenza della realtà. Parafrasando l'originale austeniano: Non sono un'idealista, dice, voglio un uomo (tradotto: essere "normale"). E poiché gli uomini tendono a stare in superficie, Mo si dedica alla propria "superficie" con una dieta, la ginnastica. Vuole solo essere più carina e apprezzata, senza dover sempre necessariamente sfoderare la sua intelligenza.
    Ma su Charlotte sono vulnerabile, povera figliola..

    RispondiElimina
  2. (mini-spoiler) ..però, come mi sono divertita alla festa e al dopo festa, quando Jazz scopre cosa è successo tra Mo e Gilbert!

    Davvero ben raccontati e congegnati alcuni passaggi importanti con Harry e Jazz. Il nostro eroe va a colpo sicuro elogiando, inaspettatamente, il lavoro di Jazz. Ma a volte, lasciatemelo dire, la nostra eroina eccede un po' in aggressività spicciola e comune con Harry tanto che mi chiedo come possa lui, superintelligentone, trovarla così originale...

    RispondiElimina
  3. Ahi ahi, però... Josie, la sorella più giovane e sistematissima, sta emergendo sempre di più! Che cosa le riserva l'autrice? E' lecito avere più di un sospetto, se consideriamo l'originale! ;-)

    RispondiElimina
  4. Chi sta leggendo l'italiano, mi sa dire come viene risolto un gioco di parole? Siamo al capitolo 12, quando Jazz presenta Mo a Gilbert dicendo: she's my flat mate - e Mo: I'm not so flat, mate!

    E come viene tradotto il gioco Fuzzy Duck? Ho cercato in giro ma non riesco ad associarlo ad alcun corrispondente in italiano.

    RispondiElimina
  5. Sylvia: anche io mi sono divvertita molto al post party dove Jazz si ritrova per casa Gilbert! Molto poco austeniana come scena, per fortuna!!!
    E' chiaro che volendo "riscrivere" P&P in chiave moderna i personaggi risultino un pò appiattiti, un pò "tagliati con l'accetta" come dici tu, ma sta nel gioco del libro.
    Mo invece ha decisamente ben più spazio che la sua Parallela della Austen, e anche a me piace molto ....

    RispondiElimina
  6. Gilbert/Collins è davvero da sgambetto! >_<
    Sara/Caroline invece, è esattamente come deve essere, snob e altezzosa, invidiosa quanto basta da far allontanare Harry contro le sue speranze! :D
    Non sono ancora convintissima che Jazz/Lizzy mi piaccia del tutto... ma sono felice che Mo/Charlotte abbia avuto più spazio, concordo con voi!

    RispondiElimina

"È solo un romanzo...o, in breve, un'opera in cui i più grandi poteri della mente vengono esercitati, in cui la più profonda conoscenza della natura umana, la più felice delineazione della sua varietà, le più vivaci effusioni di arguzia e umorismo sono trasmesse al mondo nel miglior linguaggio possibile."

L'Abbazia di Northanger

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Share US!

Share The Lizzies!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Segui le Conversazioni!