Una conversazione in particolare?

Caricamento in corso...

lunedì 16 dicembre 2013

Buon Compleanno da JASIT, Zia Jane!


Buon Compleanno, Zia Jane!

Per i suoi 238 anni noi di JASIT abbiamo deciso di fare alla nostra zietta preferita (e a tutti i Janeites italiani) un meraviglioso regalo! In realtà si tratta di un dono piuttosto stagionato, una piccola perla di 112 anni che si era persa in fondo al mare, ma che abbiamo recuperato e tradotto, e oggi pubblichiamo grazie alla preziosissima collaborazione con la casa editrice Jo March, che ha creduto nel nostro progetto, proprio perché rispecchia la sua filosofia di "riempire i tasselli mancanti di un continente letterario sommerso".

JANE AUSTEN: I LUOGHI E GLI AMICI


Oggi questa piccola perla viene messa a disposizione del pubblico italiano, proprio in occasione di questo 238esimo compleanno, che cade all'interno dell'anno del Bicentenario di Orgoglio e pregiudizio, un anno di grandi celebrazioni in ogni angolo del globo e del web.

Eppure, questo libro di Constance Hill, che si avvale delle illustrazioni della sorella Ellen G. Hill, riporta Jane Austen alla sua dimensione, visitando i suoi luoghi, guardando, annusando, ascoltando e toccando le stesse cose che lei ha percepito, spogliandole da ogni apparato tecnologico, viaggiando con un calesse vecchio stile e gustandosi, da grande Janeite, "A sentimental journey in Austenland" *

Fu proprio Constance Hill in Jane Austen: i luoghi e gli amici a usare per la prima volta questo termine, Austen-land, che denomina quel mondo parallelo, fatto di romanzi, lettere ed emozioni in cui tutti gli estimatori della scrittrice dello Hampshire amano perdersi, pur restando con i piedi ben saldi per terra. E, grazie alle due sorelle Hill, abbiamo l'opportunità di compiere anche noi questo viaggio sentimentale, vivendo le loro stesse sensazioni, quasi fossimo accanto a loro.


SCHEDA LIBRO

Autore: Constance Hill
Titolo: Jane Austen: i luoghi e gli amici
Illustrazioni di Ellen G. Hill
Titolo originale: Jane Austen: Her Homes and Her Friends
Traduzione e cura di Silvia Ogier, Mara Barbuni, Gabriella Parisi, Giuseppe Ierolli
Introduzione di Silvia Ogier
Editore: Jo March 
in collaborazione con JASIT, Jane Austen Society of Italy
ISBN 978-88-906076-4-6
Pagine: 240
Prezzo: € 14,00
Data pubblicazione: 16 dicembre 2013

Sinossi: Nel 1901, le sorelle Constance ed Ellen Hill infilarono in valigia taccuini e matite, noleggiarono un calesse vecchio stile e partirono alla ricerca di “Austenland”, come chiamarono, in modo bizzarro e ingegnoso, il mondo di Jane Austen – quel luogo fisico (l’Inghilterra della sua vita e dei suoi romanzi) ma anche letterario (il microcosmo delle persone della sua vita ma anche dei suoi personaggi) e soprattutto metafisico (la fonte dei sentimenti generati nei suoi lettori) sul quale regna incontrastato e sempre rigoglioso il suo genio creativo, da oltre duecento anni.
Il pellegrinaggio di due ‘Janeites’ della primissima ora, “due di noi”, alla scoperta delle tracce terrene della vita quotidiana della grande scrittrice, dà così vita a un’originale biografia sotto forma di diario di viaggio, in cui le impressioni personali ed entusiaste della biografa-ammiratrice di fronte ai luoghi austeniani convivono con le informazioni raccolte dal vivo lungo l’itinerario e con le stesse vibranti parole di Jane Austen, tratte dai romanzi e dalle lettere, ma anche dalle testimonianze dei suoi familiari, così come le ha raccolte il nipote James Edward Austen-Leigh nel prezioso Memoir, la prima biografia mai pubblicata.
«Ora chiederemo ai nostri lettori, con l’immaginazione, di rimettere indietro le lancette del tempo a più di cento anni fa e di venire con noi alla presenza di Miss Austen» [dalla Prefazione]

Ellen G. Hill - Canonica di Ashe
Com'è nato Jane Austen: i luoghi e gli amici?

La prima idea di tradurre questo libro è nata durante la compilazione della Bibliografia di Jasit, quando ci siamo resi conto che questo testo fondamentale  in pratica la seconda biografia di Jane Austen dopo il Memoir del nipote James Edward Austen-Leigh, pubblicato nel 1870  non era stato mai tradotto in italiano.


Abbiamo iniziato a sfogliare le sue pagine e abbiamo subito pensato di tradurlo, seguendo quello che è uno dei principali scopi di JASIT: la diffusione della conoscenza e dello studio di Jane Austen, della sua vita e della sua opera. 
Dal momento che tra le fila dei fondatori si contano ben quattro traduttori, abbiamo suddiviso il testo in quattro parti uguali (operazione non difficile, dal momento che è costituito da 23 capitoli più due brevi prefazioni) e ci siamo immersi in Austenland con Constance ed Ellen Hill.

L'emozione nel tradurre è stata subito fortissima, di totale partecipazione e condivisione. Sentivamo le sorelle Hill come due di noi, o meglio, eravamo noi a sentirci coinvolti nella curiosa ricerca, nella devota ricostruzione dei luoghi austeniani, come in un sereno pellegrinaggio. Chi di noi aveva visitato alcuni di quei luoghi, si è ritrovato lì col pensiero, grazie alla commossa e accurata ricostruzione di Constance.

Anche grazie al nostro lavoro in team, alla continua consultazione reciproca per le note e i riferimenti bibliografici, alla rilettura incrociata della traduzione, questo libro è entrato nei nostri cuori, rendendo la sua traduzione una vera e propria festa. Ma di certo questo non sarebbe accaduto se la Hill non ci avesse coinvolti così profondamente, rendendoci quasi dei coautori. Ci sembrava, infatti, che a scriverlo fosse stata un'amica di famiglia carissima, che affidava alle nostre cure la versione italiana della sua opera.

Non potevamo trattenere solo per noi tutte quelle emozioni. Jane Austen: i luoghi e gli amici non era una semplice biografia sotto forma di diario di viaggio, era un'esperienza indimenticabile che ogni Janeite doveva fare. E per renderle onore, era giusto e sacrosanto che un tale libro fosse tangibile, che venisse pubblicato in forma cartacea, per tornare alle origini, così come Constance ed Ellen tornavano alle origini visitando i luoghi austeniani.

Così abbiamo pensato a Jo March, una casa editrice che, con la sua collana Atlantide, ci è subito sembrata la perfetta collocazione per il libro delle sorelle Hill. Lorenza e Valeria hanno immediatamente compreso il valore di questa piccola perla e sono entrate in sintonia prima con Constance e poi con noi.

La scelta della bellissima foto di copertina di Petra Zari, con il fingerpost che sta lì a indicare che All Roads Lead to Austen; la scelta del colore da abbinare ai toni di grigio della cover nel classico stile della collana Atlantide (con un sondaggio fra il lavanda e il pesca sulla pagina facebook); la girandola delle revisioni, con soluzioni valutate in collettivo e imprecisioni scoperte all'ultimo minuto: tutto ha avuto il sapore di una fiera, un party in Austenland, dove ci sembra di continuare a vagare, con un sorriso beato stampato sulla faccia. 

Quindi, da oggi, Carissimi Amici di Old Friends & New Fancies, vi invitiamo a compiere con noi un emozionante viaggio in Austenland – costo del biglietto il prezzo del libro Jane Austen: i luoghi e gli amici  per ripercorrere le strade che Jane Austen calpestò oltre duecento anni fa, con le carissime Constance ed Ellen, due di noi, a farci da guida.

TANTI AUGURI, ZIA JANE!!!

* Titolo dell'Introduzione di Jane Austen: i luoghi e gli amici, a cura di Silvia Ogier.


 Link utili


6 commenti:

  1. ...davvero un bellissimo e preziosissimo lavoro di squadra che nn potrà assolutamente mancare nella mia raccolta austeniana. Credo che i ringraziamenti vadano anche alla Jo March che,ultimamente, ci sta regalando dei romanzi di grande interesse, con un occhio particolare a quei classici inglesi che noi tutte amiamo ed apprezziamo...
    Complimenti ancora a tutti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Dana Loo.
      Questa biografia è assolutamente imperdibile sia per gli esperti che per i profani di Jane Austen. Fin dalle prime righe ne siamo stati conquistati, come speriamo lo siano tutti.
      Anche noi ringraziamo sentitamente Jo March, per aver subito compreso l'importanza del nostro lavoro e aver portato a compimento il nostro progetto con professionalità, entusiasmo e una straordinaria apertura mentale, qualità che nell'editoria sono spesso carenti.

      Elimina
  2. Da regalarmi e regalare quanto prima ;-) grazie e complimenti a tutti per questa perla inedita per i Janeites italiani!
    Della Jo March ormai compro in automatico tutte le pubblicazioni ed è sempre un piacere :-)
    Un abbraccio grande a tutti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le ragazze di Jo March sanno selezionare delle vere chicche. Il fatto che abbiano subito accettato questo libro, sebbene non fosse un romanzo, ci ha confermato il suo inestimabile valore!

      Elimina
  3. E' stato uno dei miei regali di Natale più gettonati: gli ho fatto anche pubblicità perchè credo che valga la pena spendere una parola per chi ha un coraggio da leoni nell'intraprendere un'avventura di questo tipo - e poi perchè il team di traduttori so per conoscenza essere sublime!!!

    RispondiElimina
  4. Grazie Laura! E' meraviglioso avere un'amica come te!
    Buon Natale!!!

    RispondiElimina

"È solo un romanzo...o, in breve, un'opera in cui i più grandi poteri della mente vengono esercitati, in cui la più profonda conoscenza della natura umana, la più felice delineazione della sua varietà, le più vivaci effusioni di arguzia e umorismo sono trasmesse al mondo nel miglior linguaggio possibile."

L'Abbazia di Northanger

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Share US!

Share The Lizzies!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Segui le Conversazioni!