Una conversazione in particolare?

Caricamento in corso...

sabato 12 maggio 2012

Gruppo di Lettura Pemberley Shades di D.A. Bonavia-Hunt | Prima Tappa

Carissimi Lettori e Amici di Old Friends & New Fancies, 

Iniziamo oggi il quarto Gruppo di Lettura per i festeggiamenti del Pride & Prejudice Bicentenary.
Abbiamo scelto per voi Pemberley Shades di D.A.  Bonavia-Hunt, il secondo sequel di Pride and Prejudice mai scritto nella storia, risalente al 1949. (come sapete il primo è Old Friends and New Fancies, datato 1913, che dà il nome al nostro blog).
Speriamo che questo Gruppo di Lettura sia animato, come tutti quelli che lo hanno preceduto, e che partecipiate numerosi all'emozionante avventura di leggere un sequel così antico e così intrigante, dal vago sapore gotico!
Correte subito a stampare il meraviglioso Segnalibro realizzato da LizzyP (la nostra magnifica artista) e diamo inizio alle danze! 
SCHEDA LIBRO
Pemberley Shades
di D. A. Bonavia-Hunt
Titolo 
Pemberley Shades: A Lightly Gothic Tale of Mr. and Mrs. Darcy
Autrice: D.A. Bonavia-Hunt
Pubblicazione: 2008 - Sourcebooks Landmark
Pubblicazione originale: 1949 - London & E.P. Dutton
Pagine: 368
Lingua: inglese
ISBN: 1402234988
ISBN13: 9781402234989
Disponibile anche in ebook

TRAMA
Pubblicato originariamente nel 1949, l'insolito intreccio conduce i Darcy nel regno del Gotico.
Mr Darcy deve nominare un nuovo parroco per Pemberley, il che consente all'autrice di introdurre una schiera di nuovi personaggi da mescolare a quelli di Jane Austen, già amati e noti.
Una trama deliziosamente arguta, piena di sorprese:
"Chi avrebbe mai pensato che la morte improvvisa del vecchio pastore di Pemberley, il Dr Robinson, che non aveva mai fatto nulla che fosse degno di nota in tutta la sua vita, dovesse, mettere in moto uno strascico di eventi così strani e allarmanti?"
Cosa dicono i lettori:

"Il genere di storia che Jane Austen si sarebbe divertita a raccontare." - J. Donald Adams

"Un libro davvero fantastico che rende alla perfezione i personaggi di Jane Austen. Mi ha divertito immensamente."

"Una trama molto originale."

"Una meravigliosa aggiunta ai sequel di Orgoglio e Pregiudizio."
CALENDARIO
 12/18 Maggio capp. 1-8


19/25 Maggio capp. 9-17


26 Maggio/1 Giugno capp. 18-24
                                                                                                                      
Siete pronti? Siete curiosi? Noi Lizzies non vediamo l'ora di iniziare questa nuova avventura assieme a voi!
BUONA LETTURA!!!
 Links Utili
Iscrizione al Gruppo di Lettura 
Segnalibro realizzato da LizzyP 
☞ Biografia di D.A. Bonavia-Hunt nella Galleria Ritratti
☞ Elenco Letture Pride & Prejudice Bicentenary

6 commenti:

  1. Iniziato! Proprio carino! Ho letto solo un capitolo e mezzo, ma sono estremamente divertita da Miss Robinson e Miss Sophia, che mi somigliano enormemente a Miss Jenkyns - Debòrah - e Miss Mattie di Cranford della Gaskell! Vado a continuare!

    RispondiElimina
  2. Devo iniziare, ma adesso sono ancora più curiosa d'incontrare la simil - Mattie! ^__^

    RispondiElimina
  3. Finita la tappa. Bello, bello. La storia scorre davvero, piena di originalità, i personaggi sono fedeli, tanto che mi sembra uno dei pochi sequel in cui - pur restando protagonisti Darcy ed Elizabeth - non si soffre per l'insulsaggine (tanto da dover ricorrere, gioco-forza, a improbabili scene erotiche!) Ovviamente ciò è dovuto anche alle new fancies i personaggi creati dalla Bonavia-Hunt, come le sorelle Robinson, di cui ho parlato sopra, e il misterioso Stephen Acworth... sarà chi dice di essere? La storia che ha raccontato ad Elizabeth non credo riguardasse un suo amico...
    E anche la storia del vecchio innamorato di Anne de Bourgh è davvero interessante!
    Mr Collins, poi, non si smentisce mai! La sua lettera a Mr Darcy è un capolavoro di pomposità e adulazione!
    Non vedo l'ora di continuare la lettura, ma questa volta mi do una calmata, non preoccupatevi! :)))

    RispondiElimina
  4. Anche io ho finito ieri la prima tappa e devo dire che tra tutti i sequel questo è quello che rispetta più i personaggi dell'originale senza però ripetere schemi già visti. E i nuovi ingressi, le signorine Robinson tra i primi!, sono sicuramente di conforto. Devo dire che non capisco un gran che dove voglia andare a parare la figura di Stephen Acworth. La storia raccontata a Elisabeth nel parco è ovviamente la sua, ma perchè "importunare" così pesantemente la moglie di quello che potrebbe diventare il suo protettore? E poi perchè non fare neanche uno sforzo per garantirsi la parrocchia? E l'amico di Darcy? Che ruolo avrà?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me Acworth è proprio ossessionato da Lizzy,@Laura! Chissà chi è in realtà... un attore senz'altro e non il vero Stephen Acworth... :/

      Elimina
  5. Mi sono appassionata da subito alla storia!
    Le sorelle Robinson sono esattamente come le Amazzoni di Cranford, che la Bonavia-Hunt si sia ispirata ad esse?
    Miss Robinson è davvero tremenda! Persino con la povera sorella minore, Sophia, non trattiene il suo dispotismo calcolatore! Quest'ultima, invece, è molto "comare", ciò non mi stupisce, visto il carattere prevaricatore della sorella maggiore! X)
    Come non mi sorprende che il talento di Lizzie nell'osservare i caratteri e le persone, abbia individuato da subito l'ambiguità di Mr Acworth, sebbene, non sia ancora riuscita ad averene un chiaro ritratto. Non dubito che vi riuscirà!

    Non avete apprezzato anche voi le schermaglie tra Darcy e Lizzie? Personalmente, hanno risvegliato l'atmosfera che li divideva ed univa al contempo ne romanzo orginale! *_*
    L'ingenua osservazione di Georgiana sull'attitudine di Lizzie a contrariare Darcy, evidenzia ulteriormente il rapporto di coppia fondato sul rispetto reciproco, ma anche sull'equilibrio di botta e risposta, con tutta l'arguzia ed il divertimento che i dialoghi dei due contengono, senza scadere mai. Se cercassi il mio compagno ideale, vorrei esattamente lo stesso tipo di complicità, eviterebbe il silenzio del mancato dialogo ed eclisserebbe sul nascere ogni noia derivante dalla quotidianità.

    Beh? Nessuno ha notato il povero Maggiore Wakeford?
    Non vi ricorda qualcuno??? Ma sì, il nostro Colonnello Fitzwilliam, forse anche Brandon e, aggiungerei, anche un poco Bates di Downton Abbey! X))))

    Perché quest'ultimo paragone? Beh, per la reazione di Georgiana davanti all'handicap di lui, che mi rammenta le reazioni dei personaggi di DA all'arrivo di Bates. Povero Maggiore! Così silenzioso e corretto, eppure, sebbene non sia ambiguo quanto Acworth, ha anche lui un passato da raccontare, voglio sperare che la sua rassegnazione muti in nuove aspirazioni per il futuro, almeno così ho pensato mentre si apriva, come sempre, con la nostra inimitabile Lizzie.

    E Mr Mortimer? LoL! Il nome la dice lunga... Almeno a livello fonetico! X)

    La lettera di Mr Collins! LoL! XD Ho riso fino alle lacrime, rileggendola ad alta voce imitando il tono ben noto che lo contraddistingue!

    Bellissimo anche lo scambio tra Mr Bennet e Lizzie, che ci ricorda l'origine dell'arguzia e humor della nostra eroina!

    Insomma, mi sono sottolineata mille passaggi, devo continuare assolutamente, questo secondo sequel merita tutta l'attenzione possibile!

    Buona continuazione a tutte! :D

    RispondiElimina

"È solo un romanzo...o, in breve, un'opera in cui i più grandi poteri della mente vengono esercitati, in cui la più profonda conoscenza della natura umana, la più felice delineazione della sua varietà, le più vivaci effusioni di arguzia e umorismo sono trasmesse al mondo nel miglior linguaggio possibile."

L'Abbazia di Northanger

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Share US!

Share The Lizzies!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Segui le Conversazioni!