Una conversazione in particolare?

Caricamento in corso...

mercoledì 19 settembre 2012

Recensione Jane di April Lindner

Carissimi Amici e Lettori di Old Friends & New Fancies,

mi sono presa una breve pausa dai romanzi ispirati a Orgoglio e Pregiudizio — dal momento che siamo impegnati nel Gruppo di Lettura di Pemberley by the Sea e non mi va di fare confusione — e, recentemente, ho fatto qualche esplorazione fra i derivati tratti da Jane Eyre. Alcuni romanzi si possono trovare in italiano, come potrete verificare in un post che pubblicheremo a breve. Oggi, però, vi vorrei parlare di Jane di April Lindner — di cui, al momento, esiste solo la versione in lingua inglese —, una lettura molto piacevole e fedele, a suo modo, al capolavoro di Charlotte Brontë. 

SCHEDA LIBRO
Autore: April Lindner 
Titolo: Jane 
Casa Editrice: Poppy/Little Brown 
pagine 384 
Data prima pubblicazione: ottobre 2010 
Sinossi: Costretta a ritirarsi da uno stimato college della East Coast dopo l'improvvisa dipartita dei suoi genitori, Jane Moore viene assunta come tata a Thornfield Park, la tenuta di Nico Rathburn, una famosa rock-star internazionale in procinto di partire per un nuovo grandioso tour. Pratica e indipendente, Jane viene incantata con riluttanza dal suo cupo e magnetico datore di lavoro e si ritrova nel bel mezzo di una storia d'amore proibita. Perché a Thornfield c'è un mistero e l'invidiata relazione con Nico viene ben presto messa alla prova da un tormentoso segreto nel suo passato. Dilaniata fra i suoi sentimenti per Nico e il suo terribile segreto, Jane deve prendere una decisione: per restare fedele a se stessa dovrà rinunciare al suo amore? Un'irresistibile storia d'amore intrecciata con un avvincente e oscuro mistero: questo retelling in chiave moderna di Jane Eyre promette di incantare una nuova generazione di lettori.
Compralo su Amazon 
Compralo su The Book Depository  


BOOKTRAILER
Una sontuosa tenuta... 
Una giovane e pratica tata... 
Uno sconosciuto magnetico con un oscuro segreto... 
E una storia senza età di un amore proibito. 
"Non riuscivo a mettere giù Jane! Se amate la letteratura, le storie romantiche, i gialli o qualsiasi lettura del genere, verrete trascinati da Jane." Sara Shepard, autrice della serie Pretty Little Liars
Cosa accadrebbe se Jane Eyre si innamorasse di una rockstar? 



RECENSIONE DI LizzyGee
Mr. Rochester Rockstar
e 1/2
Ho deciso di dare questo titolo alla mia recensione parafrasando il noto romanzo — per lo meno a noi Janeites — di Heather Lynn Rigaud, Mr Darcy Rockstar (che, ahimè, noi Lizzies non abbiamo ancora letto!), sebbene in realtà il romanzo di April Lindner sia precedente a quello della Rigaud, perché il titolo Jane non rende pienamente giustizia a questo retelling di Jane Eyre in chiave moderna.
Toby Stephens - Mr Rochester in Jane Eyre 2006
Dire che Mr Rochester nei panni di Nico Rathburn ci sta bene è dire poco: la vita dissoluta, i cocktail di alcol e droga, le donne che gli si gettano ai piedi, disposte a tutto pur di essere le compagne del momento della rockstar, in cambio di un po’ di notorietà sono i motivi che lo portano verso la sorsata di aria fresca che è Jane Moore, giovanissima, intelligente, volitiva e, soprattutto, pulita. Jane non ha pretese; Jane non vuole la notorietà; Jane respinge ogni sentimento che la attrae verso Nico come una calamita, perché sa di non essere il tipo di donna che possa interessarlo, almeno stando a quanto risulta da ciò che sa sulla sua vita. 
Il romanzo si apre con Jane in cerca di lavoro: i suoi genitori sono morti improvvisamente in un incidente stradale, lasciandola senza casa e con pochissimo denaro, non certo sufficiente per pagare la retta del prestigioso college che frequenta. Viene assunta per fare da bambinaia alla figlia di Nico Rathburn proprio perché durante il colloquio rivela di non essere interessata ai gossip. Conosce Rathburn perché suo fratello lo ascoltava, ma non sa pressoché niente della sua vita. 
La prima parte di Jane Eyre, quella in casa Reed, viene rivelata tramite i ricordi di Jane. I cugini diventano fratelli. Mark è crudele quanto, forse più di John Reed, Jenna è vuota e vanitosa come Georgiana, la madre la disprezza perché non è bella quanto la sorella e non ha nessun interesse a curare il proprio aspetto. Per Jane Moore la vita è dunque ancora più dolorosa che per Jane Eyre, dal momento che si vede negare l’affetto dai propri familiari, non da parenti acquisiti.
La Lindner riesce a trasportare ai giorni nostri personaggi ed episodi da Jane Eyre senza stridori, in quanto riesce a trovare il giusto equivalente per ogni cosa e ognuno nella realtà degli anni 2000. Preferisco non svelare le corrispondenze per non guastarvi la sorpresa, ma la fedeltà al romanzo originale è sorprendente: sembra di rileggere Jane Eyre per l’ennesima volta! Riesce a dare un volto credibile perfino al cugino — in questo caso non esiste parentela, però — St. John Rivers (che qui diventa River St. John), impegnato nel volontariato per i terremotati di Haiti! 
Jude Law e Ruth Wilson (Jane Eyre 2006) in Anna Christie di Eugene O'Neill
Teatro Donmar West End (Londra), Ottobre 2011
Naturalmente, per tutto il tempo, Nico Rathburn ha avuto il volto di Bruce Springsteen nei miei pensieri, perché la Lindner ha rivelato di essersi ispirata a lui per creare il personaggio e di aver seguito alcuni suoi concerti all’uopo.

Un retelling consigliatissimo, dunque, ai fan della Brontë di tutte le età, che potranno leggere senza il timore di sentirsi oltraggiati da questa operazione di trasposizione letteraria. 
Noi Lizzies speriamo che venga presto tradotto in italiano per tutti i bronteiani italiani.
The Boss
In un’intervista la Lindner ha svelato quale potrebbe essere la colonna sonora adatta a Jane
Sweet Jane – Lou Reed 
Janey Don’t You Lose Heart – Bruce Springsteen 
Your Mind’s Playing Tricks on You – John Wesley 
Harding Don't Dream, It's Over – Crowded House 
Bad Reputation – Freedy Johnson 
My Love Will Not Let You Down – Bruce Springsteen


L'AUTRICE
April Lindner insegna Inglese alla Saint Joseph University di Philadelphia, ha due figli maschi, suona mediocremente la chitarra e segue più concerti rock di quanto le piaccia ammettere. Adora la cucina italiana e prodiga di attenzioni i suoi animali domestici: due labrador meticci e due vivaci porcellini d’India. Jane è il suo primo romanzo, ma la Lindner ha vinto il Walt McDonald First-Book Prize per la raccolta di poesie Skin (Pelle). A Gennaio 2013, la Lindner pubblicherà Catherine, il retelling in chiave moderna di Cime Tempestose.



Link utili
 Sito Autrice
☞ Tutti i derivati di Jane Eyre in italiano

Nessun commento:

Posta un commento

"È solo un romanzo...o, in breve, un'opera in cui i più grandi poteri della mente vengono esercitati, in cui la più profonda conoscenza della natura umana, la più felice delineazione della sua varietà, le più vivaci effusioni di arguzia e umorismo sono trasmesse al mondo nel miglior linguaggio possibile."

L'Abbazia di Northanger

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Share US!

Share The Lizzies!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Segui le Conversazioni!